La scuola > Chi siamo



La Scuola Superiore di Sessuologia Clinica di Torino nasce nel 1986 per volere di Giorgio Abraham utilizzando un gruppo interdisciplinare di professionisti suoi allievi. Essa è gestita da un’associazione scientifica denominata Società Piemontese di Sessuologia Clinica, è cofondatore della Federazione Italiana di Sessuologia Scientifica (FISS) ed è affiliata alla European Federation of Sexuology (EFS).

La Scuola nel quadro vario e polimorfo delle attuali proposte formative sessuologiche, si caratterizza sul piano scientifico e didattico per l’adesione alle teorie e agli insegnamenti della Scuola di Ginevra.

L’obiettivo della scuola è la formazione e l’aggiornamento di figure professionali quali l’esperto in educazione sessuale, il consulente sessuale ed il sessuologo clinico e attraverso corsi di cui è possibile l’accreditamento ECM.

 



Gli elementi che caratterizzano la scuola di Torino sono fondamentalmente i seguenti:

  • La discendenza dai principi eclettico-psicodinamici della scuola di Ginevra

  • L’importanza attribuita alla consapevolezza delle proprie emozioni e problemi sessuali, attraverso l’istituzione di un gruppo autocentrato condotto da uno psicoanalista

  • La didattica effettuata per metà del tempo in piccoli gruppi interdisciplinari dove l’allievo può partecipare attivamente alla propria formazione, imparare ad interagire con i colleghi di altre discipline, essere seguito dal docente in modo personale

  • L’utilizzazione costante delle lezioni teoriche di docenti esterni alla Scuola ed esperti in specifici settori, per ampliare la visuale dell’allievo e fornirgli informazioni più qualificate

  • La presenza di gruppi di lettura, dove lo studio teorico, confrontato attivamente coi colleghi e il docente, diventa produzione di pensiero e costruzione di un pensiero comune al gruppo

  • L’assistenza dei tutors, che seguono l’allievo durante il corso, lo aiutano a superare eventuali difficoltà, lo guidano nella compilazione della tesi e nella preparazione dell’esame finale

  • La focalizzazione sulla “consulenza”: intesa come preparazione alla terapia, come momento ibrido fra counselling e parere specialistico